"Si sentiva come se non avesse un passato.
Come se si fosse trovata in quel luogo senza
sapere da dove veniva.
Era stanca di quella stanchezza che
sa dare solo il vuoto..."

-la solitudine dei numeri primi-

lunedì 15 marzo 2010

Fuori Uno...ne Mancano 99

YEEEEEEEEEEE MI SONO TOLTA IL PESO DELLA SIMULAZIONE *__*




Ed oggi inoltre era il 100° giorno prima degli esami...fra 99 giorni... /\/\/--->EXAMS

Dopo 3 giorni di insopportabile studio e tensione...che strano, fino a 3 giorni fa, a 4, 5 , due settimane fa, mi sembrava inesistente la simulazione, qualcosa che sì , c'è, ma in fondo in fondo senza consistenza , senza reale importanza nella mia mente, perchè non mi ero inserita nella condizione mentale di affrontarla...credo sia cosi un pò per tutto...finchè non ti metti nella condizione mentale di dover affrontare o vivere un'esperienza, non comprendi mai veramente che quella accadrà veramente...come una guarigione...finchè sei ammalato, non pensi seriamente alla guarigione; anche se sai che accadrà, finchè non arriva il momento di curarsi seriamente, per debellare il malessere, non te ne rendi conto...vale per il fisico, per la mente, per le esperienze di tutti i giorni...

mi devo mettere nella condizione mentale di dover affrontare il tempo necessario affinchè le mie ferite guariscano...fino ad ora, non ho mai voluto davvero accettare di curare questo malessere dell'anima...ma capito il meccanismo, bisogna solo esercitarsi, finchè ciò che sembra impossibile diventa fattibile, e le illusioni vengono cancellate ma in cambio di verità utili e costruttive, e non buone solo a cadere più in basso, per l'incapacità di saperle gestire...


Sto pensando al cielo dietro la tempesta...mi piace pensarlo, ora che lo che c'è...


10 commenti:

donatella ha detto...

E' verissimo, il progetto di intraprendere un percorso di guarigione viene spesso accantonato perche' ci sembra difficile, addirittura impossibile, un sogno, nient'altro.
Che cosa ci impedisce di realizzare tutto questo?
Certamente la convinzione errata che tanto le cose stanno così e che noi non possiamo farci niente, e' la vita, certe situazioni non si possono cambiare, e' un dato di fatto.
Se mi viene chiesto come so che le cose stanno così, che la vita e' questa e che non c'è niente da fare, rispondo che lo so perche' lo so, e' da sempre così, ne ho continue conferme, e quindi non posso credere diversamente.
Ecco, questo e' il punto: ci credo, ne sono totalmente convinta, e' una mia verita'.
Una verita' talmente vera da non poter essere messa minimamente in discussione.
Forse se cominciassi ad interrogare quella verita', a chiederle conto di se stessa, mi accorgerei che non e' la verita' assoluta, ma semplicemente una convinzione che io stessa mi sono costruita, verissima certo, ma solo per me.
Quando non riusciamo a modificare aspetti di noi che non ci permettono di vivere come vorremmo, quando non riusciamo a fare o ad avere quelle cose che migliorerebbero la qualita' della nostra esistenza, quando abbiamo difficolta' a tradurre i nostri desideri in pratica, intratteniamo idee autolimitanti di varia natura che appaiono come ostacoli insormontabili.
E' l'inganno della nostra mente.
Noi possiamo cambiare le nostre credenze limitanti in costruttive, e forse ci riusciamo nel momento in cui scegliamo di amarci...il che comporta anche un grandissimo lavoro su noi stesse!
I tuoi post ispirano sempre grandi riflessioni...
Sono felice tu ti sia tolta un grande peso...sentirsi mentalmente piu' leggeri regala una sensazione di liberta' che non e' neanche lontanamente paragonabile alla leggerezza fisica...
Ti ringrazio tantissimo di esserci anche per me, non so esprimerti a parole quanto ne sia felice...
E naturalmente ci saro' anch'io a sostenerti durante i restanti 99 giorni!
Un grande abbraccio, ti voglio bene anch'io!!!

mynameis... ha detto...

Ho letto il commento che mi hai lasciato,non sai come mi abbia fatto piacere(e riflettere) leggere le tue parole...Grazie!!!
Mi hai riportata ai tempi della maturità...
Come dici tu,ora forse sono nela disposizione mentale per affrontare tutto ciò...E'vero,finchè il percorso di guarigione resta un concetto teorico che,pur esistendo,non ci appartiene,è ovvio che guarire si renda impossibile...Ma forse è ora che iniziamo a crederci anche noi...

Iwillbe ha detto...

siiiiiii.. o meglio..
nuoooooooo mancano 99 giorni agli esami.. e io non ho ancora fatto nullaaaaaaaa
ma dai, ce la possiamo fare :) sia l'esame.. sia il resto :) basta metterci un po' di testa.. forse..
buona serata!

The Candy Jojo ha detto...

... non mi ero resa conto di ciò finché non l'hai detto tu...
... Sei un genio fatto e finito.

FrammentoDiCristallo ha detto...

parole verissime!! anche a me capita sempre di non inserimi nella condizione mentale di affrontare le cose.. qualsiasi..
"mi devo mettere nella condizione mentale di dover affrontare il tempo necessario affinchè le mie ferite guariscano..." anche io vorrei riuscirci..
un abbraccio

Alice*** ha detto...

Ciao Lusia grazie di essere passata mi ha fatto molto piacere= ) Vedo che sei alle prese con gli esami di maturità! caspita allora cerca di stare tranquilla, lo so che è facile a dirsi, però sono certa che andrà tutto bene.
Considera che conta anche il rendimento durante l'anno scolastico, i prof. tengono presente che fra l'emozione ecc...uno può avere qualche defaillance. Comunque stai serena e passa da me quando ti va*
un bacio, Alice

La Discesa dei Chili Odiati ha detto...

Che bello liberarsi di un peso vero?? è una senzazione bellissima..nel mio caso sarà meravigliosa quando riuscirò a liberarmi del peso anche nel senso "fisico". Come è andata la tua simulzione? sono curiosa!
Ancora una volta ti ringrazio per il tuo commento! Mi hai scritto che per esperienza sai che bastano due giorni di dieta per non cedere più almeno per una settimana..tu che dieta hai seguito o stai seguendo?
Come hai detto tu, io devo fregare il binge e anticipare le sue mosse, lo devo battere sul tempo! Solo che tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare! Devo agire!
Condivido pienamente ciò che hai scritto in questo post, scrivi veramente bene!:)
Capito il meccanismo ciò che sembra impossibile può divenire fattibile! Spero che le tue ferite guariscono! Ti auguro tutto il bene possibile!
un abbraccio

Asia ha detto...

Ciao bella :)
grazie per il tuo commento...sei un tesoro, come sempre.
ma sai che è proprio vero?dici sempre delle cose molto sagge....bisogna mettersi nell'ottica di chi sta guarendo. il problema è proprio questo...non sempre ci si riesce...io ad esempio non riesco ad accettare quello che è successo. e ho paura che così non guarirò mai.perchè non ammetto che sia successo...non accetto la mia vita di ora, rivorrei quella che avevo. capisci?
un bacio grande, ti voglio bene

Michiamomari, e ha detto...

LUSIAAAAAA......!!!
dopo un po' che non passavo ho dato un'occhiata ai tuoi ultimi post e come sempre trovo (anch'io.. perché vedo che non sono certo l'unica!) che sei veramente GENIALE.
Brava, brava, brava. Ti abbraccio fortissimo e aspetto gli sviluppi..

Viky ha detto...

Bene, la maturità è un temibile problema comune XD
Ho così paura di non farcela agli orali! Cioè, ho dei voti molto buoni, ma sai com'è, l'emozione può giocare brutti scherzi specie a chi è parecchio emozionabile. Insomma, non vedo l'ora che arrivino gli esami per finire tutto e spero nello stesso tempo che quel giorno non arrivi mai. Forse dovrei essere un pò più coerente XD Ma in fondo incoerenza è uno dei miei nomi in codice XDXDXD Credo che la paura derivi dal fatto che punto alla massima valutazione, visto che i miei professori ritengono che possa arrivarci. Ci sono cose molto più importanti nella vita della scuola, quasi tutte lo sono di più. Però sarebbe una grande soddisfazione per me stessa, grandissima.
Concludo con un in bocca al lupo, siamo sulla stessa barca. Andrà bene vedrai! Ce lo ridiremo col sorriso :)
Kiss

Posta un commento

Template by:
Free Blog Templates