"Si sentiva come se non avesse un passato.
Come se si fosse trovata in quel luogo senza
sapere da dove veniva.
Era stanca di quella stanchezza che
sa dare solo il vuoto..."

-la solitudine dei numeri primi-

venerdì 26 febbraio 2010

Dietro lo specchio


Assurdo trovare qualcosa che non si stava cercando...nascosti sotto la monotonia dei giorni sempre uguali, come goccie di rugiada sotto un prato apparentemente asciutto, a volte alcuni attimi ti riconducono in dei luoghi della coscienza che tu non sapevi nemmeno di voler conoscere..

Ma...succede...

Di inciampare e di cadere, ma in un modo diverso dal solito. All'inizio ordinario, doloroso, spaventoso...come spostarsi attraverso vetro affilato...ma improvvisamente efficace, perchè non l'hai scelto...

Ho inciampato ma non sono caduta nel baratro. Non sono neanche veramente caduta. Mi sono solo spostata, assorbita da una nube indefinita, inconscia, di pensieri rimossi, invisibili, e dunque ignorati fino ad ora.

Perdendomi attraverso quelle nubi, il dolore è passato, ed anche la rabbia, i desideri, sempre cosi ossessivi, sempre cosi assordanti...per quell'attimo non sperato, non cercato, sono spariti, per lasciare il posto ad una melodia silenziosa, irreale, eppure cosi vera. Ho sentito per la prima volta da anni il suono del silenzio, un silenzio interiore, cioè una sottile, impercettibile pace. Ho intravisto nella nebbia improvvisa i contorni di una verità che facevo finta di sapere, che sappiamo tutti ma che dimentichiamo. O meglio, crediamo di non aver più, perchè le esperienze negative si susseguono nell'animo e ingombranti nel cuore finiscono per nascondere la verità ai nostri occhi, la rendono invisibile, come la realtà oltre lo specchio. Finchè ti specchi, ogni giorno, di fronte alla stessa immagine, non ti rendi davvero conto che è solo una patina, una copertura, il coperchio di qualcosa di più profondo.

Nessuno sa che lo specchio delle nostre afflizioni e dei nostri problemi può rompersi. Come stare sdraiati su una distesa di rovi; si è talmente distratti dal dolore delle spine da non sapere che sotto c'è un'altra realtà mentale. Non altri rovi, quelli sono solo la superficie. Sotto c'è energia. Coperta da una spessa corteccia di malefico dolore cristallizzato, paure e mancanze solidificatesi ci imprigionano davanti allo specchio impedendoci di capire....ma quell'energia vitale resta. Ed ha una coscienza...

ed io l'ho sentita...pura e limpida seppur nascosta dalla nebbia. anche se per un attimo, anche se non l'ho cercata, ho avuto l'improvvisa consapevolezza di non essere sola dentro questo grande abisso oscuro. Quella luce che credevo spenta, che pensavo m'avesse abbandonata per sempre, confinando la mia vita ai confini del sopportabile, in un atroce vortice di disperazione e solo momentanea stabilità, in realtà ha sempre brillato, ed ha sofferto delle ferite, e del sangue versato da un cuore spezzato...perchè sapeva che illuminandomi m'avrebbe dato una speranza a cui aggrapparmi, ma non sapeva come penetrare la corteccia, come oltrepassare lo specchio...

probabilmente, senza volerlo, a forza di sbatterci la testa su quell'odioso specchio psicologico, ho fatto una crepa, piccola, ma sufficiente a ricordarmi della realtà dietro lo specchio.

Sorprendente non è averlo capito. Ma averlo SENTITO.

Voglio che quella luce resti stampata nei miei occhi, che esploda cosi da svegliarmi, e liberarmi dai fili che mi immobilizzano la ragione, che mi tramutano in marionetta nelle mani dell'inedia.

I feel hope

8 commenti:

Darkanna88 ha detto...

la ragione! dovremmo interrogarla x ogni cosa ke si sta x fare.. ma nn sempre ce ne ricordiamo.. o non sempre siamo in grado di trovarla.. e così ci lasciamo trasportare da tutt'altro! Molte volte sbagliando..

Darkanna88 ha detto...

Credo ke quello ke hai scritto nel mio blog, sia la verità.. c'è davvero una grande paura dentro di me.. a volte nn riesco a vedere il mio futuro e nn riesco a sopportare il mio presente! Non so quale sia davvero questo timore ke mi porto dentro, ma credo ke sia collegato sia a mio padre ke al mio ragazzo.. :-(

Il grande giorno è lunedì 1 marzo! giusto un mese.. ti dirò subito il risultato!gli dedicherò un post.. :D spero ke sia andata bene!!Manca solo Domenica ke devo resistere alle tentazioni della cucina di mia mamma.. e poi ho anke ospiti maledizione! MA non m interessa, terrò duro e finirò questo mese alla grande!!!!
X me le tue parole sn molto importanti!! Grazie del sostegno... un abbraccio dalla tua Anna!!

Aisling ha detto...

Grazie di cuore per la tua presenza e le tue parole, mi doni un grande calore...
Che bello sentire quella pace interiore e percepire l'energia vitale, per un attimo ricordo di averla sentita anch'io quest'estate, all'alba, seduta sugli scogli al mare, mentre ascoltavo quel suono che adoro, mi piace molto il mare^^
Ti auguro che quella luce può rimanere stampata nei tuoi occhi e che tu possa assaporare altri momenti di pace come questi, un abbraccio fortissimo!

The Candy Jojo ha detto...

Post stupendo, come sempre... ♥♥♥♥ Wow.

Iwillbe ha detto...

ciao.. spero non ti dispiaccia se ora seguo il tuo blog..
bel post, e bellissimo blog, mi piacciono un sacco di cose che hai messo qui.. buffy, nana, vampire knight.. le canzoni..
cmq, spero che quella luce continui a brillare manifesta e che tu possa strappare quei fili che ti tengono immobile preda dell'inedia..
giu

La Discesa dei Chili Odiati ha detto...

ciao Lusia..
ti ringrazio tantissimo per essermi vicina in questo modo...non ti immagini neache che conforto mi danno i tuoi commenti! è bello che qualcuno cerchi di spronarmi.. e tu lo fai in una maniera fantastica. Per la cronaca il ragazzo ho deciso di incontrarlo...una mattina io e lui..credo di saper badare a me stessa, lo vedo come un primo passo per prendere in mano la mia vita..iniziare a ribellarmi.. ad agire. Anche se in realtà non è proprio da me incontrare uno sconosciuto..ma spero di non cambiare idea.
Credo di avertelo già detto che scrivi benissimo, l'energia vitale di cui parli l'ho lasciata da parte, in un angolino ma so che c'è e la voglio utilizzare "Voglio che quella luce resti stampata nei miei occhi, che esploda cosi da svegliarmi, e liberarmi dai fili che mi immobilizzano la ragione, che mi tramutano in marionetta nelle mani dell'inedia "
un abbraccio forte

Veronika ha detto...

...già, questi tuoi disegni sono molto belli e poi io ho un debole per il bianco e nero (lo avrai notato anche nel mio blog).

Darkanna88 ha detto...

Si Lusia.. visto il mio post del 1 marzo!!!
Sono molto entusiasta del mio primo risultato!!
eh si cmq è come dici tu.. mi sembra ke vado un pò in paranoie se penso ke vorrei ke subito passi il tempo e voglio avere subito il prossimo risultato.. ma devo attendere e fare le cose cn calma!!
Sappi ke anke tu mi stai dando tanto conforto e coraggio.. forza!! x andare avanti.. hai delle bellissime parole x ognuna di noi.. e cogli subito il nostro vero io interiore.. ke forse neanke noi siamo capaci di cogliere..
grazie x essermi vicina..
sei un vero tesoro!!!!! e ti renderò ancora + fiera di me il prossimo mese!! nell'attesa dò il meglio di me.. un abbraccio fortissimooo!!!

Posta un commento

Template by:
Free Blog Templates